• Decrease font size
  • Reset font size to default
  • Increase font size

Cerca nel sito

Informazioni & Guide

Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterGiornaliere253
mod_vvisit_counterSettimanali1945
mod_vvisit_counterMensili3688

Oggi: 15,Nov,2018

Chi è online

 16 visitatori online
Home Comunicati AVIB di Presidenza Lettera per ambasciata e risposta
Lettera per ambasciata e risposta PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 26 Ottobre 2018 00:00

S.E.Dott. Mario Stefano Giorgio Baldi

Ambasciatore Italiano in Minsk

Sua Sede

Oggetto: richiesta di interessamento e possibile intervento

Preg.ma Eccellenza,

la presente per informarLa della decisione verbale assunta dal Dipartimento dell'Educazione della Repubblica di Belarus in merito alle date autorizzabili per i progetti invernali di risanamento. Fino al 2017 i periodi stabiliti dal Dipartimento sono stati: 15 dicembre -15 gennaio per i bambini fino alla ottava classe, 22 dicembre - 7 gennaio per i ragazzi dalla nona classe in poi.

A sorpresa ci giunge informazione dai nostri partners bielorussi che per il 2018 il periodo autorizzato per i più piccoli sarà 22 dicembre 2018 - 21 gennaio 2019; apparentemente nulla cambia, sostanzialmente sì perché i voli sono già stati prenotati e in molti casi pagati, e la Belavia da noi contattata, non pensa minimamente a cambiare i suoi piani di volo, non stiamo parlando di qualche decina di bambini ma di 936 (novecentotrentasei) bambini divisi tra gli scali di Milano Malpensa e Fiumicino.

Come si comprende da quanto illustrato, la Belavia é stata informata, come pure l'Ambasciata della Repubblica di Belarus in Italia, ma in mancanza di disposizione scritta dicono di avere poco o nullo margine di manovra.

A nostra richiesta di avere una comunicazione scritta circa la disposizione, sarebbe (condizionale in quanto non presente alla conversazione) stato risposto che non c'é bisogno di scritti, quanto disposto del Ministro non ha bisogno di carta.

Lungi da noi l'idea che non sia giusta la scelta se motivata da opportunità scolastiche, anzi sulla scuola non si discute, non possiamo però essere in grado di rivedere tutta l'organizzazione dei soggiorni così a ridosso degli arrivi, con la documentazione predisposta e depositata presso il Ministero del Welfare e i voli già fissati e pagati.

Se per l'anno 2019 si volessero cambiare le regole saremo disponibili a prenderne atto, se comunicato con largo anticipo, ma ad oggi la scelta obbligata sarebbe lasciare a casa quasi mille bambini.

Siamo pertanto a chiedere un Suo interessamento presso il Dipartimento dell'Educazione al fine di verificare la veridicità della disposizione e la possibilità di intercedere a favore dei soggiorni.

Distintamente
Arena Ricchi presidente

16/10/2018


Gent.ma Sig.ra Ricchi,

in merito alla richiesta AVIB di interessamento per il caso delle prenotazioni per i prossimi soggiorni natalizi dei minori bielorussi, le fornisco di seguito le informazioni raccolte.

1. Dai nostri contatti con il Ministero dell'Educazione bielorusso e con Belavia emerge che, a oggi, le prenotazioni che dovrebbero essere cambiate in quanto confliggenti con il calendario scolastico locale sarebbero circa 372 (114 il 15 dicembre per Milano e 258 per Roma il 14 dicembre). Importante notare che tali prenotazioni sono state effettuate da alcune associazioni e agenzie di viaggio senza ancora versare a Belavia il prezzo del biglietto.

2. Secondo le attuali disposizioni del Ministero dell'Educazione, la prima partenza utile dei minori è il 20 dicembre. Dal momento che tutti i voli di linea compresi fra il 20 e il 25 dicembre sono già pieni, l'unica ipotesi che pare percorribile per ricollocare i 372 minori è quella di organizzare dei voli charter. Di fronte a questa situazione, abbiamo sottolineato l'importanza di evitare, ove possibile, un doppio pagamento dei biglietti aerei per le famiglie italiane. Ci è stato risposto in modo affermativo: si tratterà al massimo di un'integrazione sul costo originario del biglietto, peraltro già versato dalle famiglie alle associazioni/ agenzie di viaggio.

3. In questo contesto ci è stato riferito che per 228 bambini con partenza già programmata in data 19 dicembre il Ministro dell'Educazione avrebbe disposto una deroga straordinaria per confermare il volo. Ciò sarebbe stato possibile grazie a una richiesta formale al Ministro Karpenko di Alberto della Vita/ Juventus Viaggi di Giorgio Ilari.

4. Non ci sono stati segnalati casi di famiglie che abbiano individualmente prenotato i biglietti pagando direttamente a Belavia. Pur non avendo ricevuto richieste di cambio di tali prenotazioni, Belavia sarebbe pronta a considerale, posta la disponibilità sui voli di linea.

5. Dal momento che ci è stato da più parti riferito che una situazione analoga si è verificata anche lo scorso anno, le associazioni e le agenzie dovranno probabilmente riorientare le loro decisioni sulle prenotazioni aeree per gli anni a venire.

L'Ambasciata resta in ogni caso a disposizione per favorire un dialogo e un coordinamento con le istituzioni locali su questo tema.

Con un cordiale saluto da Minsk

Mario Baldi