• Decrease font size
  • Reset font size to default
  • Increase font size

Cerca nel sito

Informazioni & Guide

Visitatori

mod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_countermod_vvisit_counter
mod_vvisit_counterGiornaliere65
mod_vvisit_counterSettimanali866
mod_vvisit_counterMensili4625

Oggi: 27,Mag,2018

Chi è online

 33 visitatori online
Home Comunicati AVIB di Presidenza ANCORA BRUTTE NOTIZIE PER TUTTI PER RESPONSABILITA' DI POCHI
ANCORA BRUTTE NOTIZIE PER TUTTI PER RESPONSABILITA' DI POCHI PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 29 Dicembre 2017 23:38

Abbiamo appreso con dispiacere che una minorenne bielorussa, invitata con permesso singolo da una famiglia italiana, pur avendo ottenuto il nulla osta dal Servizio Minori Accolti del Ministero del Welfare e il visto dalla nostra Ambasciata in Minsk, è stata respinta dall'Ufficio controllo passaporti dell'aeroporto di Minsk.

PERCHE'? La ragazzina è sotto tutela e la affidataria aveva prestato il suo assenso con atto notarile, come sempre si è fatto.

PERCHE' allora tale decisione? A seguito della permanenza illegale in Italia di una minorenne sotto tutela, (dal 31 agosto u.s) permanenza anche poco elegantemente pubblicizzata su vari social network, il Dipartimento dell'Educazione HA DECISO di DOVERSI ESPRIMERE sulla validità o meno di tale assenso, ma purtroppo la comunicazione non è arrivata in tempo a tutti gli Uffici preposti.

Chi si aspetta che ci scagliamo contro le Autorità Bielorusse SBAGLIA, Esse sono tenute a tutelare i loro minori nei modi che credono più opportuni ed efficaci; ci scagliamo invece contro quelle famiglie che con varie complicità (speriamo che le Associazioni di riferimento non c'entrino nulla anche se sono sempre quelle!) pensano al "loro" bambino, credendo di fare il suo bene, ma che con atto egoistico lo portano via al suo Paese pensando a riempire il proprio "nido".

Tutti noi desideriamo dare un futuro buono ai nostri ragazzi, ma i modi per darlo sono fornire loro degli strumenti che permettano delle scelte consapevoli; inoltre l'egoismo di "tutelare" un bambino a scapito di altri 5.000, la dice lunga sull'idoneità di quelle famiglie a crescere persone moralmente sane e responsabili anche nei confronti degli altri.

Ciò che sempre più mi stupisce è che le Autorità Italiane preposte non assumano provvedimenti nei confronti di quelle Associazioni che non vigilano sul comportamento delle famiglie a cui affidano i bambini: i segnali ci sono sempre! Ciò servirebbe anche a scoraggiare altri eventuali "furbetti" e a riportare i progetti allo scopo per cui erano nati.

Sono fermamente convinta che ogni bambino debba avere una famiglia, ma non che ogni famiglia debba avere un bambino, i modi legali per ottenere ciò ci sono, ma la nostra cultura favorisce da sempre le furbate (che così poi vengono anche premiate).

Esprimo tutta la mia vicinanza alla famiglia che si è vista privare di un'ospitalità che in maniera corretta praticava da anni, e "applaudo" alla famiglia che semi illegalmente trattiene la bambina: BRAVI! Spero che l'educazione che trasmetterete alla minore sia diversa da quella che esprimete Voi.

arena ricchi